Guadagnare tatuandosi i brand di aziende

Tatuarsi i brand e farsi pagare

Farsi tatuare i machi e farsi pagare

Negli ultimi anni, alcuni soggetti hanno lanciato la moda, o forse meglio parlare di lavoro, di farsi tatuare sotto pagamento il marchio o brand di una società, così da fare pubblicità ogni giorno. vediamo come guadagnare usando i tatuaggi per fare soldi.

Come guadagnare dai tatuaggi

Già in passato la pubblicità si è servita dei tatuaggi per imprimere il proprio messaggio, ma quando a farlo è un'azienda importante e conosciuta in tutto il mondo, la notizia corre veloce.

Si tratta della Reebok che ha presentato una proposta decisamente particolare: a coloro che tatuano sul proprio corpo il marchio Reebok, vanno 6000 dollari da spendere entro un anno in prodotti sportivi dello stesso marchio. La singolare iniziativa è stata sponsorizzata dallo slogan «Pain is temporary, Reebok is forever» (Il dolore è temporaneo. Reebok è per sempre).

L'azienda è stata aiutata dall’agenzia The Viral Company, che il 30 Agosto 2014 nel Tough Viking Race di Stoccolma ha tenuto un contest, dove i miglior tatuaggi lì effettuati venivano messi a confronto e valutati: il migliore tra tutti ha ottenuto il premio di circa 6.000 dollari da poter spendere nei negozi Reebok. Sul sul sito dell’evento, inoltre, hanno precisato che «le dimensioni contano» riferendosi alla grandezza del tatuaggio: più grande sarà, più alta sarà la possibilità di vincere.

Fare pubblicità con tatuaggi 

Come accennato precedentemente, si tratta di un'iniziativa non nuova nel marketing, com'è successo ai dipendenti di un’agenzia immobiliare di Brooklyn che si sono tatuati il nome dell'azienda poichè il proprietario, Anthony Lolli, aveva proposto ai suoi dipendenti (1100 persone) un aumento in busta paga del 15% in cambio del logo e dello slogan dell’agenzia impressi sulla pelle.

Sempre nel mondo sportivo vi è una notizia simile: l’ottocentista Nick Symmonds, aveva indetto un’asta per vendere lo spazio sulla sua spalla al miglior offerente (in questo caso una sorta di gesto di ribellione contro le rigide regole che impediscono ad alcuni atleti di gestire al meglio il proprio giro di affari). A vincere, con un’offerta di 11mila dollari, era stata un’agenzia pubblicitaria di Milwaukee che vide tatuato il suo logo, anche se in maniera temporanea.

Quanto si guadagna con pubblicità tatuata

Ancora, ci sono state persone che si sono visti tatuare Url per 35 euro per Pat Vaillancourt: ciò è diventata una vera mania, migliaia di url di siti sul corpo e la possibilità di farsi tatuare il proprio con una donazione di 35 dollari. Cosa che, a dirla tutta, va ben oltre il caso Reebok.

Tornando a parlare della Reebok, proprio la società fu implicata in una contesa con il cestista polacco Marcin Gortat: visto che ne era lo sponsor tecnico aveva chiesto la rimozione, da parte del pivot, di un tatuaggio sul polpaccio raffigurante il classico logo di Michael Jordan in volo.

 

Articoli correlati