Difendersi dalle telefonate moleste

Chiamate telefoniche moleste

Come difendersi dalle telefonate fantasma

Quando rispondiamo al telefono ma all'altro capo non c'è nessuno, si tratta di chiamate automatizzate , generate da programmi automatici usati dal call center. Ma come proteggerci da questi disturbatori?

Come difendersi da chiamate call center

Arrivano sul telefono fisso e, meno spesso, sul cellulare, usando spesso un prefisso italiano: quando rispondiamo notiamo l'assenza di qualcuno dall'altra parte oppure sentiamo un brusio dall'altra parte senza che nessun umano ci parli.

Si tratta di un trucchetto, usato da molte aziende, che fanno promozione telefonica, per risparmiare tempo e ottimizzare il lavoro degli addetti del call center. Le chiamate, vengono inoltrate automaticamente da un software e solo nel momento in cui rispondiamo siamo messi in contatto con un operatore umano.

Dal momento che (giustamente) pochi di noi sono disponibili a rispondere a un numero sconosciuto, e molti interrompono la chiamata appena scoprono che si tratta di una telefonata pubblicitaria, il software è programmato per effettuare un numero di telefonate superiore agli addetti al call center, in modo che questi non smettano mai di lavorare.

Protezioni dati personali 

Se però, tutti gli operatori sono occupati, la telefonata non viene passata a nessuno e si conclude con un inquietante "Goodbye" che significa "Addio". Nella maggior parte dei casi non rischiamo di perderci dei soldi, ma ricevere più chiamate di questo genere, spesso nell'arco della stessa giornata o di pochi giorni, è comunque molto fastidioso.

Fin dal 2013 il Garante della Privacy (che di garante ha solo il nome) ha agito per limitare questa pratica, che continua comunque ad essere messa in atto dalle aziende, poiché le multe non sono abbastanza "disinnescanti" dell'azione disturbante, ma cerchiamo di capire meglio perché.

Call center appena nei limiti della legge

Le norme, consentono di sfruttare i software per l'inoltro automatico delle chiamate, nonostante questo trucco spesso si traduca in insopportabili telefonate fantasma. A partire dal 2011 il fenomeno è stato indagato dal Garante per la protezione dei dati personali, che nel 2013 si era espresso imponendo alcune regole e limitazioni.

Innanzitutto, il "Garante", ha stabilito che non possano essere effettuate più di 3 chiamate "fantasma" ogni 100 andate a buon fine; a seguito di una telefonata muta, poi, deve essere preclusa la possibilità di richiamare lo stesso numero per almeno 5 giorni (capirai!!) .

Per esperienza personale, sappiamo bene che capita ancora oggi di ricevere più chiamate fantasma durante la stessa giornata o nella stessa settimana. Inoltre, il Garante della Privacy ha imposto che queste telefonate dai call center, si debbano interrompere dopo 3 secondi, quando nessun operatore è disponibile e che al silenzio venga sostituito un rumore di fondo "di cortesia".

Questo è il motivo per cui, anche se non accade sempre, quando rispondiamo a una chiamata muta, sentiamo un brusio, come se qualcuno stesse parlando al telefono con altri. Questo obbligo, è stato elaborato dal Garante, per evitare che le telefonate fantasma generino ansia e preoccupazione in chi, per esempio, ha un figlio lontano da casa o un genitore malato.

Resta il fatto che le chiamate mute, ci irritano comunque, anche quando non sono silenziose, anzi ci sentiamo ancora più frustrati e presi in giro.

Cosa fare contro chiamate mute

Se, nonostante i provvedimenti del Garante, continuiamo a ricevere telefonate mute da call center invasivi, che ci fanno perdere la pazienza, possiamo facilmente inviare una mail per segnalare l'abuso, indicando i numeri che ci stanno tormentando.

L'indirizzo da usare è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , oppure possiamo chiamare l'Ufficio Relazioni con il pubblico al numero 06.69677.2917. Per maggiori informazioni potete visitare il link seguente http://bit.ly/2gjmxGu

Ricordiamoci poi di aggiungere i numeri dai quali riceviamo telefonate fantasma a quelli da rifiutare automaticamente (se li riceviamo su smartphone). La procedura in base al modello di cellulare che possediamo e dal sistema operativo che usa il nostro telefono, ma di solito lo possiamo effettuare facilmente accedendo al menu che troviamo all'interno del registro chiamate.

Truffa chiamate fantasma

Purtroppo, anche i malintenzionati sono in grado di usare pratiche comuni e legali, per fini illegali come le chiamate mute, trasformandole in truffe con le quali spillarci soldi. Per il momento, non è mai successo che qualcuno venisse truffato alla sola risposta a una telefonata muta.

L'importante è non richiamare mai il numero che ci ha chiamato, e in questo caso, invece, è successo varie volte che persone ignare, si siano ritrovate abbonamenti non richiesti o peggio, tipo lo svuotamento del credito telefonico o salassi in bolletta.

Quando si richiamano questi numeri truffaldini, viene addebitato il costo molto salato per la telefonata, senza alcun avviso in merito. Usualmente, queste chiamate truffa, non durano tre secondi ma fanno cadere la chiamata quasi subito. A novembre 2016, l'Autorità Garante delle Telecomunicazioni ha aperto una istruttoria a riguardo di queste truffe, purtroppo siamo in Italia e, spesso, anche le autorità sono direttamente o indirettamente collegate a queste pratiche illegali, quindi la legge tarda ad arrivare.

Link utili:

- Garante della privacy : http://www.garanteprivacy.it/

- Truffe telefoniche : http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2015/02/19/news/le_mille_storie_di_vittime_digitali-105877815/

- Usare in sicurezza il telefonino: http://www.commissariatodips.it/da-sapere/per-i-cittadini-e-i-ragazzi/uso-sicuro-del-telefonino.html

- Denunce via web a Polizia Postale (per avanzare premere su simbolo schermo in basso a destra della pagina) : https://www.denunceviaweb.poliziadistato.it/polposta/wfintro.aspx

- Assistenza consumatori : https://www.consumatori.it/comunicati-stampa/tlc-lo-stalking-degli-operatori-telefonici-e-un-reato/

 

Articoli correlati