Strategie marketing a basso costo

Start up consigli per pubblicità gratis

farsi pubblicità gratis

In special modo quando partiamo con un nuovo progetto, spesso ci troviamo a non avere le liquidità che invece le grandi aziende o quelle già affermate, possono avere. Ecco 13 modi per fare marketing a basso costo per spingere una start up.

13 regole per fare pubblicità a basso costo

1) Partire da un blog: un blog, sia che si parli di una grande azienda così come di un piccolo imprenditore, è importante perché mette in comunicazione strat up e possibili clienti, senza richiedere grossi sforzi e, spesso, quasi gratis. Bisogna, naturalmente, lavorarci per farlo funzionare: levatevi dalla testa il fatto che basti buttare lì pochi scritti e lasciare che il destino faccia il suo corso.

2) Farsi ospitare da imprese o personaggi già conosciuti: per ottenere visibilità a basso costo, potreste fare ospitare un vostro scritto o una presentazione o , ancora, una intervista che parli del vostro business. I vostri prodotti otterranno maggiore visibilità senza spendere nulla, in special modo se scambiate il favore ospitando a vostra volta uno scritto o un link che punti al vostro "benefattore".

Ricordate solo che i link diretti vengono considerati male da Google a livello di SEO che li considera come uno scambio di poca qualità, quindi cercate di fare scambi di terze parti o di pagare per avere il vostro scritto sul sito che desiderate, ma sempre considerando la fama per google del sito stesso (se il sito che scegliete ha fama di fare scambio link allora perdereste tempo e soldi).

3) Commentate nel settore che vi riguarda: trovate almeno 5 sito o blog che trattino il vostro settore di commercio e cominciate a commentare costruttivamente ciò che viene pubblicato. Evitate di offendere o denigrare la concorrenza ma cercate di attirare traffico e clienti parlando dei benefici derivati dall'acquisto dei vostri prodotti, sempre in relazione al post su cui commentate. Evitate però di spammare con link a gogò sui vari blog altrimenti verrete eliminati.

4) Usa i commenti dei fan per riempire la comunicazione: si possono usare i commenti dei fan o dei visitatori, per aprire dibattiti e attirare l'attenzione sui vostri prodotti, ecco che allora sarà più facile ottenere condivisioni e quindi visibilità gratuita.

5) Create un gruppo sulla piattaforma lavorativa di Linkedin: la maggior parte di coloro che usa questo social lavorativo, lo fa in maniera passiva ovvero non interagisce un granché. La cosa giusta invece è generare attenzione e interesse intorno alla vostra start up e ai vostri prodotti, ma usando una psicologia molto sottile senza invece partire platealmente come se si stesse cercando di vendere qualcosa, il che farebbe allontanare le persone.

6) Twitta sempre nella nicchia alla quale appartieni: anche se Twitter non ha una grande diffusione in Italia, la platea di possibili clienti che usano Twitter, è interessante almeno per alcuni tipi di marketing o start up, fai in maniera di essere quindi presente ma non invadente.

7) Create una presenza su Google Plus: anche se in Italia Google Plus non ha la stessa incidenza che all'estero (come per moltissime cose) è comunque bene che una azienda sia presente anche su questa piattaforma, proprio per dare l'idea di professionalità e presenza a chi non conosce la nostra start up e i nostri prodotti e servizi. In più, Google Plus , aiuta parecchio la condivisione dei contenuti e l'avvicinamento all'azienda da parte dei clienti che in altri casi si sentono spesso lontani e trattati un po come disturbatori.

8) Cerca di organizzare webinar gratuiti, ovvero degli incontri organizzati sul web dove tu o un personaggi specializzato spiega ciò che tratta la tua start up o la qualità dei tuoi servizi e dei tuoi prodotti.

9) Usa la tecnica della cross-promotion: altro non è che uno scambio di favori ovvero mentre tu, ad esempio, indichi un web master perché i tuoi clienti costruiscano il loro sito, lui allo stesso tempo si trasformerà in promotore dei tuoi servizi o prodotti.

10) Organizza e fai networking: la cosa principale che i politici hanno di simile con gli imprenditori è il sapersi vendere alle persone. Organizza degli eventi in piazza o similari (a basso costo o gratuiti magari sfruttando eventi organizzati già dal tuo comune o città) dove incontrare le persone, stringere mani, presentare possibili soluzioni a problemi comuni (se attinenti ai tuoi prodotti e/o servizi) eccetera.

11) Usa la rete e crea dei contest online: organizzare incontri tematizzati usando i contest online, rappresenta la maniera gratuita da usare per farsi conoscere e conoscere a propria volta possibili clienti, sempre senza spendere nulla se non tempo personale.

12) Crea un hashtag per il tuo business: un hashtag può pubblicizzare facilmente una azienda o un prodotto e quindi anche la tua start up, gratuitamente, se ben congegnata perché se diventa virale e viene condivisa da molte persone aiuterà senz'altro il tuo business senza spendere un euro. Il segreto è crearne uno attinente alla tematica che tratti ma che sia anche simpatica e/o che suoni bene nella mente del consumatore.

13) Ampliare la mailing list: aiutatevi a farvi conoscere e a mantenere i clienti informati, ottenendo la mail dei visitatori del vostro sito. Usate il sistema meno aggressivo possibile poiché le persone non devono pensare che siate invadenti. Collegate la registrazione al fatto di rimanere sempre informati dei possibili futuri aggiornamenti sui servizi della start up, oppure collegate il fatto di registrarsi a un download utile ai vostri clienti-visitatori.

Come farsi pubblicità gratis

Ecco qui sono stati enumerati solo alcuni consigli possibili, da seguire per farsi pubblicità gratuitamente, nel caso vogliate aprire una start up e non possediate grandi fondi da investire per farvi conoscere. Ora tocca a voi ... in bocca al lupo.

 

 

Iscriviti alla nostra posta per saperne di più!  * campi richiesti

Mi interessa sapere di più su: *
 

Articoli correlati